Approvato da tutto il Consiglio Comunale la mozione del PD per valorizzare l’Istituto dell’amministrazione di sostegno

Sostegno

E’ stata approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale nella seduta del 15 ottobre la mozione depositata dal Partito democratico per valorizzare e promuovere l’istituto dell’amministrazione di sostegno.

L’amministrazione di sostegno rappresenta una forma di tutela nuova rispetto agli istituti giuridici tradizionali dell’interdizione e dell’inabilitazione, si tratta infatti di una tutela realmente “personalizzata”, poiché attribuita con decreto del Giudice Tutelare in base agli specifici bisogni, aspirazioni e richieste della persona, ponendo al centro l’individuo e la sua cura, per cui si chiede una attenzione che vada oltre i semplici aspetti finanziari o patrimoniali.

Di fronte al cambiamento demografico che si sta registrando in questi anni per cui sono sempre maggiori i nuclei composti da anziani soli, che non hanno nessuno che possa provvedere loro, e di fronte alla preoccupazione dei genitori di figli disabili, sono nati nella nostra città numerosi progetti , che hanno visto impegnate le Istituzioni e diverse realtà dell’Associazionismo e del Volontariato.

E insieme a queste realtà e in collaborazione con il Tribunale di Bologna, l’Amministrazione intende verificare la possibilità di creare uno sportello in Palazzo Calderini, già sede della Sezione Distaccata del Tribunale di Bologna, al fine di offrire un aiuto a coloro che hanno necessità di chiedere la nomina di un amministratore di sostegno ma che sentono troppo pesante il recarsi a Bologna.
Il voto unanime del Consiglio è la prova che tutta la nostra città è attenta ai problemi delle persone anziane e sole e dei disabili.
Per questo il Partito democratico continua ad auspicare e a promuovere la preziosa collaborazione tra istituzioni e realtà del terzo settore affinchè l’ accoglienza e il sostegno alle persone sole e disabili si realizzi attraverso progetti concreti.

Daniela Spadoni, Consigliera Comunale Partito Democratico