ESITO VOTAZIONE EMENDAMENTI SUL BILANCIO

Oggi durante la votazione sugli emendamenti del bilancio, abbiamo avuto la conferma che a Imola non esiste una minoranza compatta, che di fatto non ha un’idea comune o un progetto condiviso. Infatti l’esito delle votazioni dimostra quanto siano frammentate le forze di opposizione che, su 28 emendamenti e relative votazioni, non hanno trovato nemmeno un tema sul quale votare in maniera compatta. La discussione è stata caratterizzata da numerose contraddizioni da parte delle Minoranze.
I consiglieri del M5stelle hanno proposto, ad esempio, un emendamento per decurtare le risorse destinate alla manutenzione delle strade, per poi lamentarsi delle buche nei marciapiedi che impediscono una serena passeggiata in bicicletta.
In seguito è stato richiesto il taglio dei fondi da destinarsi alle scuole, per poi chiedere un aumento delle risorse da investire per le scuole.
Dispiace constatare che chi in Consiglio Comunale dovrebbe avere il ruolo di controllore (la minoranza) in realtà non sappia nemmeno trovare e condividere una posizione unitaria al suo interno.
La maggioranza può invece dirsi soddisfatta per aver proposto e ottenuto l’approvazione del proprio emendamento che riguarda la riqualificazione della mobilità nelle frazioni (più 70.000 euro). L’emendamento è stato votato da Pd, FV, Imola Migliore a Liberi a sinistra (Insieme si Vince e M5stelle astenuti).
Avremmo voluto poterci confrontare con le minoranze su temi che potessero davvero essere utili alla città, ma siamo stati infatti appellati come ladri, disonesti e stupidi da parte di chi si autodefinisce paladino delle persone e dei loro interessi. I Consiglieri pentastellati hanno saputo solo insultare senza proporre nulla di concreto e utile per la città che dovrebbero, anche se solo in parte, rappresentare.

Gruppo Consigliare PD