Il taglio alle indennità dei consiglieri è legge. CALVANO ‘Con i fatti dimostriamo il nostro impegno’

Siamo passati dalle parole ai fatti. L’approvazione, avvenuta in tempi rapidissimi, di questa legge vuole essere un nuovo inizio, un contributo alla credibilità della politica e alla forza delle istituzioni. Con queste parole il capogruppo Pd Paolo Calvano ha evidenziato la soddisfazione dei consiglieri democratici per l’approvazione della legge sui costi della politica che prevede un taglio di 1.100 euro lordi all’indennità dei consiglieri, l’azzeramento dei contributi per il funzionamento dei gruppi e l’eliminazione totale dell’indennità di fine mandato.
Siamo i primi a portare le indennità dei consiglieri al livello del sindaco della città capoluogo e con i provvedimenti presi collocheremo l’Emilia-Romagna sulla posizione più avanzata nel panorama nazionale – ha sottolineato il consigliere PD Giuseppe Boschini, relatore di maggioranza illustrando in aula i diversi provvedimenti che produrranno un risparmio complessivo di legislatura di 7.5milioni di euro.
E’ stata inoltre votata l’esclusione del vitalizio, già previsto per tutti i reati contro la pubblica amministrazione, anche per gli ex-consiglieri che fossero condannati per reati di mafia (art. 416 bis/ter CP)
L’aver semplificato drasticamente le norme e, soprattutto, l’aver evidenziato in modo trasparente le modalità di funzionamento e finanziamento dei Gruppi, risolve in via definitiva il problema della gestione delle risorse ha ribadito il relatore Giuseppe Boschini.
Abbiamo messo un punto fermo nella nostra azione e da qui non ci sposteremo – ribadisce il capogruppo PD Paolo Calvano – La sobrietà dei comportamenti di chi ha l’onore di rappresentare le Istituzioni deve essere la nostra stella polare. Ma questa è una precondizione. Non basterà se non lo uniamo all’efficacia della nostra azione politica. Per questo credo che sia oltremodo significativo che il risparmio prodotto da questi provvedimenti sarà direttamente destinato al sostegno delle politiche per le piccole e medio-imprese per la tutela della legalità della sicurezza e della qualità del lavoro. La credibilità riconquistata della politica passa soprattutto da qui, da quello che faremo di concreto per il nostro territorio e per le sue difficoltà. Partendo da una certezza, che la legge sui tagli è cosa fatta!
Abbiamo lavorato molto in commissione – afferma il Vicepresidente Roberto Poli – con molta intensità e in tempi rapidi e adesso possiamo dire di avere una legge che nessun’altra regione può ancora vantare.
E’ la dimostrazione – aggiunge la Consigliera Francesca Marchetti – che, quando gli obiettivi sono chiari, ci può anche essere una buona politica che risponde velocemente agli stimoli della società.