Priorità a chi vuole rendere la Città di Imola un luogo dove può convivere divertimento e residenza.

Discoteca

Il Regolamento Comunale “attività rumorose” votato oggi in consiglio comunale, che ha visto il sostegno del Partito Democratico, Fornace Viva e Imola Migliore e Liberi a Sinistra, proposto dalla giunta comunale, ha voluto tenere alta l’attenzione dei cittadini che chiedono il rispetto delle regole e della quiete pubblica (dettagliando e garantendo sanzioni aspre ai trasgressori, con sospensioni di attività musicali e posizionamento di sigilli alla strumentazione), dall’altra parte vuole essere di aiuto alle attività commerciali della città che vogliono animarla con eventi musicali, semplificando le tempistiche di presentazione o rendendo omogenee le procedure fra chioschi e pubblici esercizi. Inoltre è anche una risposta alle corrette richieste degli imprenditori che con fatica e sacrifici hanno investito, investono e vogliono investire per rilanciare il settore del divertimento e della socializzazione. Vogliamo che la nostra città sia attrattiva, ospitale, originale, divertente, per dare spazi e lavoro ai giovani ed evitare rischiosi pellegrinaggi verso la riviera. Il regolamento votato nella giornata di oggi, mette ordine nelle attività rumorose e preserva il polo del Parco delle Acque Minerali come luogo di incontro, musica ed intrattenimento. “Questa discussione che aveva come oggetto una proposta precisa per salvaguardare Acque Minerali e mettere ordine sul tema dei rumori ha visto un ruolo marginale e di opposizione del Movimento 5 Stelle che ha dimostrato di avere una visione della città vecchia e immobile a discapito, in particolare, delle giovani generazioni.”
Marco Panieri, consigliere Pd