PER UN’ITALIA PIU’ FORTE BASTA UN SI’

Lunedì 7 novembre 2016 alle ore 20 al Teatro Osservanza di Imola in via Venturini, 18, iniziativa sul referendum. Per saperne di più vai alla pagina.

Il 4 dicembre abbiamo una grande opportunità: accelerare le riforme e il rinnovamento e spingere l’Italia verso la modernità. E’ un passo avanti, concreto e a portata di mano, per riordinare e semplificare gli organi dello Stato, tagliare i tempi della burocrazia e rendere più semplice e snello l’iter per arrivare all’approvazione di una legge o di un piano urbanistico.volantino 7 novembre

E’ una grande opportunità per essere più vicini ai cittadini. Ci sentiamo dire da quasi 70 anni che il bicameralismo perfetto non va bene, che allunga i tempi e moltiplica i costi. La riforma costituzionale lo cancella, lasciando alla Camera il compito di votare la fiducia al governo e di approvare le leggi, salvo quelle per le quali continuerà ad essere necessaria la doppia lettura, mentre il Senato sarà una più snella camera delle autonomie.

Da decenni si dice che i livelli di governo sono troppi, che la programmazione del territorio non può rimbalzare tra Comune, Provincia e Regione e che le imprese e le famiglie hanno bisogno di efficienza e di velocità. La riforma costituzionale elimina le Province e semplifica il rapporto tra istituzioni e cittadini. Quante volte ci hanno ripetuto che ci sono troppi enti inutili, che drenano risorse pubbliche. La riforma cancella uno di questi enti, il Consiglio nazionale per l’economia e il lavoro (CNEL). Per cambiare ci vuole coraggio! Di riforme perfette sono pieni i cassetti di tutti i governi del dopoguerra, ma questa riforma c’è, è stata approvata dal Parlamento, basta un Sì per renderla definitiva! La riforma approvata in parlamento è il segnale concreto di un’Italia che “al passato dice grazie, al futuro dice Sì”. Votiamo convintamente Sì e invitiamo tutti i cittadini a recarsi alle urne il 4 dicembre e a votare Sì!