Lettera di Sandra Zampa

Un voto per il futuro dell’Italia e dell’Europa

 

Carissime amiche, carissimi amici,

​il 4 marzo è ormai arrivato. Saranno elezioni determinanti per il futuro dell’Italia e persino per i destini dell’Europa. In queste settimane, e con questa consapevolezza,  ho viaggiato in lungo e in largo tra Bologna, Ferrara e Imola, nei comuni del grande Collegio 3 Uninominale dove sono candidata al Senato per il Pd e la coalizione di centrosinistra. Come vi avevo promesso, ho ascoltato le vostre richieste, ho preso appunti, ho scoperto  bellissime realtà che ancora non conoscevo e dove mi sono impegnata a tornare presto. Ma soprattutto ho raccolto le voci di un Paese consapevole come me di quanto la posta in gioco sia alta, e non si possa sbagliare. 

Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, uno dei fondatori del Pd, ci ha ricordato che siamo davanti a una scelta di campo: o si respingono i populismi o si torna al passato. In gioco ci sono l’Europa, l’autorevolezza dell’Italia, la ripresa economica e la coesione sociale. Non possiamo sbagliare. Per questo serve essere umili ma fermi nei valori e chiari nella proposta elettorale. Senza accarezzare rabbia e paure. E in queste settimane di campagna elettorale ho capito che siamo sulla strada giusta, che c’è fiducia nel Pd e nella nostra coalizione, che in tantissimi ci vedono come l’unica forza credibile in grado di prendersi cura di un Paese con ancora troppe ferite aperte. Un Paese che vuole guardare al futuro. 

Questa campagna elettorale, nel suo breve e frenetico svolgersi, mi ha anche portato a ripercorrere il tanto lavoro fatto dal centrosinistra e dal governo  nella XVII legislatura che si chiuderà a marzo dopo le elezioni: agli italiani lasciamo un Paese in condizioni migliori di quelle drammatiche che trovammo nel 2013. Indici fondamentali come il prodotto interno lordo o l’occupazione hanno cambiato segno: da negativo a positivo. E si può essere orgogliosi per le tante conquiste in termini di diritti individuali, civili e collettivi. 

Ne cito solo alcune. La legge 47 del 2017,  nuove norme che disciplinano e riorganizzano il sistema di protezione e accoglienza dei minori stranieri non accompagnati. Una legge a cui ho lavorato con ostinazione, che oggi fa scuola in Europa e che ha contribuito alla chiusura di una grave infrazione internazionale nei confronti del nostro paese.  Mentre sul piano dei diritti abbiamo condotto in porto traguardi che da tempo avremmo voluto raggiungere come le “unioni civili” e il “fine vita”. Sul versante sociale lasciamo al Paese un grande numero di misure e investimenti. Ma soprattutto una storica misura come il Reddito d’inclusione (REI) che mette a disposizione delle famiglie provate duramente dalla crisi, due miliardi nel 2018, e il doppio entro tre anni. 

 ​Con questo spirito vi chiedo di rinnovare nuovamente la fiducia e di sostenere la mia candidatura. 

Spero che sarete con me e che saremo tante e tanti a scegliere il futuro! 

Sandra Zampa

 

Potete trovare altre informazioni su di me sul mio sito web: www.sandrazampa.it 

oppure seguendo i miei profili Facebook e Twitter

Mi potete scrivere anche alla mail: sa.zampa56@gmail.com

Loading

Partito Democraitco - Unione Territoriale Imolese

Copywriter © 2018

Social Media Policy